Home > Consigli della settimana> Per non perdere la bussola

13:03 – venerdì 22 giugno 2007

Il Decamerone, regia di Ugo Chiti

Per non perdere la bussola

A Siena è in corso la quarta edizione di Voci di Fonte, una piccola rassegna che si svolge in un luogo bellissimo, le medioevali Fonti della Pescaia: fra i titoli, il monologo di Pippo Delbono Racconti di giugno (sabato 23), Dissonorata del gruppo Scena Verticale (domenica 24), Roncisvalle! di Massimo Schuster con le marionette di Enrico Baj (martedì 26).

A Mantova è cominciato il Teatro Festival, che incrocia proposte in palcoscenico a esperienze di strada, unendo al fitto calendario di spettacoli l’occasione di scoprire o riscoprire la città: da vedere, fra altre proposte, il Decamerone allestito da Ugo Chiti (lunedì 25), Oggi le comiche, su testi di Samuel Beckett, Thomas Bernhard, Vitaliano Trevisan interpretati da quest’ultimo (martedì 26), La guerra di Piero, un inedito di Fernanda Pivano su Fabrizio De André, recitato da Judith Malina (domenica primo luglio).

Mantova è ricca di ristoranti e trattorie di ottimo livello: ma personalmente coglierei l’occasione per arrivare a Le Grazie, a cinque minuti d’auto dalla città, dove si può cenare in una buona locanda e visitare l’affascinante santuario con le sue splendide statue votive di cartapesta, con la sua traboccante raccolta di ex-voto e col misterioso coccodrillo appeso proprio in mezzo alla navata. A tutto questo, perché no?, si potrebbe aggiungere anche la piacevole gita sul Mincio organizzata dagli intraprendenti barcaioli locali tra fiori di loto e rare specie di volatili. D’estate, con la luna piena, si fa anche di notte, e davvero ne vale la pena.

Come già segnalato, uno degli appuntamenti-clou di questo periodo è il debutto nazionale del Don Fausto di Antonio Petito adattato e diretto da Arturo Cirillo: si tratta di un’effervescente riscrittura partenopea del Faust goethiano in una chiave farsesca di “teatro nel teatro”, con Pulcinella nei panni di Margherita. La “prima” è sabato 23 ai Teatri delle Mura di Padova, poi domenica 24 si replica sugli argini del Po, al porto di Cremona, nel programma del festival Il grande fiume.

A Cremona la cultura del cibo è assai diffusa, e non è dunque difficile trovare posti per mangiare bene: fra le tante possibilità, vale comunque la pena di spingersi qualche chilometro fuori per raggiungere Cicognolo, lungo la statale per Mantova, dove si trova l’antica Osteria de l’Umbreleer: un luogo di delizie, magnifici marubini, tortelli di zucca, stracotti d’asino, ma noto anche per le mostarde Luccini, tra le migliori sul mercato, che proprio qui vengono prodotte con cura artigianale.

Lunedì 25 si apre la ventinovesima edizione di Astiteatro, un festival tradizionalmente orientato alla nuova drammaturgia: lo spettacolo inaugurale è Molly Sweeney, un curioso testo di Brian Friel ispirato alla storia vera di una donna che riacquista la vista grazie a un intervento chirurgico, ma si trova a fronteggiare disagi maggiori di quanto non le accadesse in precedenza. Gli interpreti sono Umberto Orsini, Valentina Sperlì e Leonardo Capuano, la regia è affidata al giovane, talentuoso Andrea De Rosa.

Sempre lunedì 25 al Teatro Rasi di Ravenna va in scena il nuovo spettacolo del gruppo Fanny & Alexander, AMORE (2 atti), tratto da opere di Tommaso Landolfi, Un amore del nostro tempo, Breve canzoniere, La Piccola Apocalisse. Mercoledì 27 e giovedì 28, invece, il cinquantanovesimo Festival Shakespeariano al Teatro Romano di Verona prenderà il via col Riccardo II allestito da Claus Peymann per il Berliner Ensemble, lo storico teatro fondato da Brecht nel ‘49, che torna in Italia dopo qualche anno.

_____Per segnalare luoghi di rinomate – e comprovate – delicatezze gastronomiche, scrivete pure alla redazione di Delteatro.it.

Scopri gli appuntamenti teatrali nella tua città con il Cartellone diDelteatro.it. Aggiornato quotidianamente.

di renato palazzi Per non perdere la bussola

Autore:

Post not found !